IMPIANTI ANTINCENDIO

IMPIANTI ANTINCENDIO: DALLA PROGETTAZIONE ALLA MANUTENZIONE

impianti_antincendio-antincendiomaster.it

Antincendio master segue la progettazione, l’installazione, e la periodica manutenzione di impianti antincendio di ogni genere e dimensione per le aziende dell’intero territorio Lombardo, soprattutto nelle province di Milano, Lodi e Monza. Un fornitore di impianti antincendio deve infatti essere in grado non soltanto di procurare alla clientela i dispositivi – dagli idranti, agli sprinkler, ai naspi, ai raccordi e alle manichette, fino a gruppi di pompaggio e pressurizzazione – che fisicamente vanno a comporre l’effettivo impianto che spegnerà le fiamme in caso divampino; è altrettanto necessario  che il fornitore sia capace di partire da una fase di progettazione professionale e accurata, che tenga conto di tutti i fattori reali della situazione del cliente, e che sappia far seguire all’installazione una pratica regolare e competente di controlli di verifica, revisione e manutenzione, così da tenere sempre in perfette condizioni e pronto ad intervenire l’impianto progettato e installato. Offrire un servizio di questo tipo richiede sia competenza che esperienza.

 

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO 

Non sono soltanto le normali regole della professionalità a stabilire come deve essere effettuata la progettazione degli impianti antincendio: esistono precise norme, esplicitate nell’allegato 1 del DM 07/08/2012, alle quali è obbligatorio attenersi per garantire l’efficienza del sistema e di conseguenza tutelare la sicurezza degli ambienti dove l’impianto antincendio verrà poi installato.

Gli elementi essenziali del progetto di un impianto antincendio sono due:

La relazione tecnica. Questo documento è obbligatorio, e deve toccare una serie di punti precisi. Deve infatti indicare tutti gli elementi che permettono di individuare i pericoli d’incendio della situazione specifica in analisi (per esempio, in un’azienda, con una descrizione che vada dalle sostanze particolari utilizzate, alla tipologia di lavorazioni, ai macchinari impiegati); oltre a questo è necessario che elenchi una descrizione delle condizioni ambientali, specificando le condizioni di accessibilità e di layout dello stabile, le caratteristiche dell’edificio da un punto di vista volumetrico ed edilizio, e l’affollamento reale degli ambienti,  senza tralasciare le vie di esodo. Da questi dati deve essere prodotta una valutazione qualitativa dell’effettivo livello del rischio d’incendio, sulla cui base vanno poi esplicitate le misure di prevenzione e protezione dell’impianto antincendio e le modalità di gestione dell’emergenza; questi dati serviranno al dimensionamento delle tubazioni dell’acqua e in generale al computo metrico che permetterà il calcolo corretto dell’entità dell’impianto stesso;

Gli elaborati grafici. Questi, sempre secondo la legge, devono contenere planimetrie in scala degli ambienti, l’indicazione delle distanze di sicurezza, dell’accessibilità e delle risorse idriche, e l’ubicazione di tutti gli elementi degli impianti di protezione antincendio.

Con tale progettazione completa e a norma dell’impianto antincendio, è possibile proseguire alla fase di installazione.

 

L’INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO

Ad una progettazione tanto rigorosa deve naturalmente seguire un’installazione altrettanto attenta al rispetto delle leggi e normative. Gli impianti antincendio vengono installati in strutture di tutti i tipi, dalle aziende chimiche a quella tessili, dalle navi agli hotel, dalle fabbriche ai centri commerciali, e le tipologie di pericolo che si trovano a dover fronteggiare sono ovviamente estremamente diverse di caso in caso. L’installazione non può che tenerne conto, seguendo il progetto precedente e  mettendolo in pratica nel modo più efficiente, mantenendo come prima priorità lo spegnimento più rapido e sicuro possibile delle fiamme nel caso queste effettivamente divampino. Fase conclusiva dell’installazione è naturalmente il collaudo, insieme all’avviamento da parte di tecnici esperti, per una prima verifica che tutto sia perfettamente funzionante. Una verifica che prelude alle molte, e regolari, cui  l’impianto dovrà essere sottoposto periodicamente nella terza fase della sua vita, quella della manutenzione.

 

LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO

Le norme che dettano l’obbligo della manutenzione ordinaria degli impianti antincendio, come la UNI 10779, sono il necessario completamento delle rigide regole grazie alle quali i sistemi di spegnimento possono essere una reale tutela contro il rischio di incendi. Requisito fondamentale dei controlli di manutenzione degli impianti antincendio è la loro regolarità; soltanto una costante verifica, infatti, può garantire che l’impianto sia sempre in efficienza e in grado di funzionare immediatamente in caso di incendio. Per questo sono richiesti sopralluoghi di controllo almeno semestrali dell’intera estensione dell’impianto, l’esito e le osservazioni dei quali devono essere sempre registrati sulla scheda di manutenzione e sul libretto d’impianto per poter essere consultati in qualunque momento.  Oltre a ciò, è prevista una continua sorveglianza da parte di tutti gli operatori che lavorano quotidianamente negli ambienti in questione, così da evidenziare con la massima tempestività qualsiasi problema evidente, come danni alle tubazioni o agli sprinkler. Le procedure di manutenzione ordinaria, relative alla semplice sostituzione di parti consumabili o sottoposte a normale usura, e insieme quelle di manutenzione straordinaria, ossia di riparazione di guasti o malfunzionamenti di maggiore entità, faranno sì che l’intero impianto sia in grado di entrare in funzione nel momento del pericolo con la massima rapidità, che rimane sempre l’elemento primario per limitare i danni da incendio.

 

ANTINCENDIO MASTER: AL FIANCO DEL CLIENTE IN OGNI FASE DELLA VITA DELL’IMPIANTO

Antincendio Master effettua:

La progettazione di impianti antincendio fissi di ogni dimensione e complessità, per aziende e costruzioni civili;

l’installazione di impianti antincendio con operai qualificati ed esperti;

e la verifica regolare degli impianti antincendio per attestarne la perfetta funzionalità, con stipula di contratti di manutenzione così da garantire una protezione costante della struttura dagli incendi.

A seconda delle specifiche caratteristiche, problematiche e necessità di ogni cliente, siamo in grado di valutare quali impianti antincendio siano più adatti, all’interno della vasta gamma della nostra offerta:

 

IMPIANTI A CO2

IMPIANTI A GAS

GAS INERTI NYTRARGON

GAS CERTIFICATI

IMPIANTI A SPRINKLER

GRUPPI SPRINKLER A UMIDO

GRUPPI SPRINKLER A SECCO

GRUPPI SPRINKLER A DILUVIO

IMPIANTI A SCHIUMA

IMPIANTI DI RIVELAZIONE FUMI

Per informazioni o preventivi sulla progettazione, installazione e manutenzione degli impianti antincendio,  contattateci subito: basta  cliccare qui